Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

AI NASTRI DI PARTENZA IL “FONDO IMPRESA FEMMINILE”: INCENTIVI PER L’IMPRENDITORIA FEMMINILE

115

 

 

Prende il via il Fondo del Ministero dello sviluppo economico per le donne che vogliono avviare  nuove attività imprenditoriali o rafforzare quelle esistenti. Infatti, con decreto direttoriale 30 marzo 2022 sono stati stabiliti i termini e le modalità per la presentazione delle domande.

Si tratta di un intervento cardine dell’azione di governo, inserito tra le priorità del PNRR, a cui il Mise ha destinato complessivamente 200 milioni di euro con l’obiettivo di supportare la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili. Il Fondo dispone di 160 milioni di euro di fondi PNRR, che hanno integrato i 40 milioni di euro già stanziati dalla Legge di Bilancio 2021. E’ destinato alle imprese femminili (intese come imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome) con sede legale e/o operativa situata sul territorio nazionale.

Le agevolazioni saranno concesse a fronte di programmi di investimento nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, commercio e turismo, nonché nella fornitura dei servizi.

Gli sportelli per la presentazione delle domande saranno gestiti da Invitalia per conto del Ministero dello sviluppo economico.

 

A CHI SI RIVOLGE:

Il Fondo è volto a sostenere imprese femminili (intese come imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome) di qualsiasi dimensione, con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, già costituite o di nuova costituzione, attraverso la concessione di agevolazioni nell’ambito di una delle due seguenti linee di azione:

  1. incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese Femminili con progetti aventi spese per un massimo di 250.000 euro;
  2. incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese Femminili con progetti aventi spese per un massimo di 400.000 euro.

In particolare, possono beneficiare degli incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili di cui alla precedente lettera a), le imprese femminili costituite da meno di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, e le lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da meno di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione. Possono presentare domanda, inoltre, le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa femminile.

Possono beneficiare degli incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili di cui alla precedente lettera b), le imprese femminili costituite da almeno dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, e le lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da almeno dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

 

COSA FINANZIA:

Le agevolazioni sono concesse a fronte di programmi di investimento per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile ovvero per lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.

Le iniziative devono, inoltre:

  • essere realizzate entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni;
  • prevedere spese ammissibili non superiori a 250.000,00 euro al netto d’IVA per i programmi di investimento che prevedono la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile, ovvero non superiori a 400.000 euro al netto d’IVA per i programmi di investimento volti allo sviluppo e al consolidamento di imprese femminili.

 

LE AGEVOLAZIONI:

Le agevolazioni concesse assumono la forma del contributo a fondo perduto e del finanziamento agevolato, anche in combinazione tra loro.

Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, è a tasso zero e non è assistito da forme di garanzia.

In particolare:

  1. per gli incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la sola forma del contributo a fondo perduto per un importo massimo pari a:
    • 80% delle spese ammissibili e comunque fino a euro 50.000,00, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000,00;
    • 50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori a euro 100.000,00 e fino a euro 250.000,00;

 

  1. per gli incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la forma sia del contributo a fondo perduto sia del finanziamento agevolato e sono articolate come di seguito indicato:
  • per le imprese femminili costituite da non più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;
  • per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

 

 

SPESE AMMISSIBILI:

Costituiscono spese ammissibili alle agevolazioni le spese relative a Immobilizzazioni materiali e immateriali, servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale, personale dipendente ed esigenze di capitale circolante, alle condizioni e nei limiti stabiliti dal decreto interministeriale, COME DA Allegato 2, visibile al link di seguito:

https://www.mise.gov.it/images/stories/normativa/Allegato_n_2_-_Spese_ammissibili_DD2022FID.pdf

 

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

A partire da maggio potranno essere presentate le domande per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, secondo il seguente calendario:

  • per l’avvio di nuove imprese femminili o costituite da meno di 12 mesi è procedere alla compilazione delle domande a partire dalle 10.00 del 5 maggio 2022. Per la presentazione vera e propria è necessario attendere le ore 10.00 del 19 maggio 2022.
  • per lo sviluppo di imprese femminili costituite oltre i 12 mesi, la compilazione delle domande potrà avvenire dalle 10.00 del 24 maggio 2022, mentre la presentazione potrà avvenire a partire dalle 10.00 del 7 giugno 2022.

Le domande di agevolazione devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica che sarà messa a disposizione in un’apposita sezione del sito internet del Soggetto gestore, www.invitalia.it

Le agevolazioni sono concesse con una procedura valutativa a sportello.

I criteri di valutazione sono indicati nell’Allegato 1 del decreto del 30 marzo, che si allega al seguente link:

https://www.mise.gov.it/images/stories/normativa/Allegato_n_1_-_Criteri_di_valutazione_DD2022FID.pdf

 

EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI:

Le agevolazioni sono erogate, su richiesta dell’impresa femminile beneficiari, in non più di due stati di avanzamento lavori (SAL), secondo le indicazioni e le condizioni di ammissibilità relative ai costi riportate nell’allegato 2 del provvedimento.

E’ fatta salva la possibilità per l’impresa femminile beneficiaria di richiedere, a partire dalla data di perfezionamento del provvedimento di concessione e, comunque, non oltre 6 mesi da tale data, l’erogazione di una prima quota di agevolazione a titolo di anticipazione, svincolata dal programma di spesa, di importo non superiore al 20% dell’importo complessivo delle agevolazioni concesse. L’erogazione in anticipazione è disposta, tuttavia, previa presentazione di fideiussione o polizza fideiussoria in favore del Soggetto gestore di importo pari all’anticipazione richiesta.

E’ possibile consultare il decreto completo al seguente link: https://www.mise.gov.it/images/stories/normativa/DD_Fondo_Imprese_Femm_20220330.pdf

La Dott.ssa Rosanna Lacapra e il Dott Roberto Piccolo restano a disposizione .

Comments are closed.