Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Indennità una tantum

247

Egregi Lettori ,
con il messaggio n. 3977 del 10.11.2023, l’INPS rende le prime indicazioni amministrative, finalizzate alla presentazione delle domande per la fruizione della indennità una tantum per gli anni 2022 e 2023 per i dipendenti di aziende private titolari di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico nell’anno 2022.
Secondo quanto stabilito dall’ente, l’indennità una tantum è riconosciuta ai lavoratori dipendenti di aziende private che siano stati titolari, nell’anno 2022, di un contratto di lavoro a tempo parziale, con periodi non interamente lavorati di almeno un mese in via continuativa, non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane, dovuti a sospensione ciclica della prestazione lavorativa.
Per l’indennità una tantum, il requisito si intende soddisfatto se il lavoratore –nell’alternanza dei periodi di lavoro e non lavoro riferiti al citato contratto dell’anno 2022– possa fare valere un periodo continuativo di non lavoro di almeno un mese e nel complesso un periodo di non lavoro non inferiore a sette settimane e non superiore a venti settimane.
Si rimane a disposizione.
Cordiali saluti

Comments are closed.