Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Milleproroghe. Un emendamento del Governo assorbe il rinvio al 30 aprile dei pagamenti del payback sui dispositivi medici

Il Presidente incaricato Giorgia Meloni legge la lista dei Ministri, al termine del colloquio con il Presidente Sergio Mattarella (foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)
332

 

(QS) – Il pagamento dei 2,2 miliardi del payback 2015-2018 da parte delle aziende di dispositivi medici continuerà ad essere prorogato al prossimo 30 aprile 2023, così come stabilito dal decreto legge 4/2023. La proposta del governo si limita quindi a prevedere una “rifusione” di quel contenuto all’interno del decreto milleproroghe con contestuale abrogazione del decreto legge 4/2023.

Il governo ha depositato ieri presso le commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio del Senato l’emendamento 4.1000 al decreto milleproroghe in tema di payback dei dispositivi medici. Il pagamento dei 2,2 miliardi del payback 2015-2018 da parte delle aziende di dispositivi medici continuerà ad essere prorogato al prossimo 30 aprile 2023, così come stabilito dal decreto legge 4/2023.
La proposta del governo si limita quindi a prevedere una “rifusione” di quel contenuto all’interno del decreto milleproroghe con contestuale abrogazione del decreto legge 4/2023. In questo modo si eviterebbe l’iter parlamentare e il dibattito su questa misura sul quale l’esecutivo si era impegnato a trovare soluzione.

Comments are closed.