Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Via agli incentivi Bonus Sud

L’Anpal, con il provvedimento n. 311/2019, dà attuazione alle previsioni del decreto Crescita che ha corretto l’operatività del bonus Sud.

 

I datori di lavoro ubicato nel Mezzogiorno che nei primi quattro mesi dell’anno hanno assunto stabilmente giovani (tra i 16 e il 34 anni), meno giovani (con più di 34 anni se privi di impiego retribuito da sei mesi) e disoccupati hanno diritto ad un anno di esonero contributivo nel limite di 8.060 euro.

 

L’incentivo opera nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e in quelle ‘in transizione’ (Abruzzo, Molise e Sardegna), territori in cui deve trovare ubicazione la sede di lavoro presso la quale viene fatta l’assunzione.

 

I datori di lavoro hanno diritto al bonus se assumono i lavoratori con contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione; apprendistato professionalizzante.

No all’incentivo per il lavoro domestico, occasionale e intermittente.