Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Un arretrato di 600mila interventi: così riparte la chirurgia nelle corsie

Sono almeno 600mila gli interventi chirurgici – seimila solo quelli oncologici – rimasti in sospeso nei mesi del lockdown. Gli ospedali si preparano ad affrontare questa nuova sfida con le linee guida validate dal Comitato tecnico scientifico, che saranno pubblicate nei prossimi giorni dal ministero della Salute.

Il documento, messo a punto da un tavolo tecnico coordinato dal vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, fornisce una serie di raccomandazioni per riprendere al più presto l’attività chirurgica: dai tamponi pre-operatori per tutti i pazienti che si preparano a un ricovero da associare a Tac o ecografie toraciche, alla diversificazione degli ospedali in base alla complessità degli interventi da fare, fino al potenziamento delle attività operatorie da garantire sette giorni su sette.