Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Ue: via libera alla proroga del green pass per un anno

138

Parlamento e Consiglio europei hanno raggiunto l’accordo per l’estensione del Certificato digitale Covid dell’Ue: il green pass sarà prorogato di un anno a seguito della proposta della Commissione europea.

Accordo raggiunto dal Parlamento europeo e dal Consiglio europei per prolungare Certificato digitale Covid dell’UE, che scadrà il 30 giugno, per altri 12 mesi. Estendendo il quadro giuridico di un anno, i legislatori dell’Ue vogliono garantire che i cittadini dell’Ue abbiano il diritto alla libera circolazione nel caso in cui vi sia una nuova preoccupante variante.

 

Revisione dopo sei mesi
I negoziatori hanno convenuto che gli Stati membri dovrebbero astenersi dall’imporre ulteriori restrizioni alla libera circolazione dei titolari del green pass. Gli Stati membri potranno farlo solo dove tali restrizioni siano necessarie, proporzionate e non discriminatorie ai fini della tutela della salute pubblica. Gli europarlamenteri hanno inoltre assicurato l’aggiunta di una clausola che chiede alla Commissione di valutare se lo schema del certificato digitale sia ancora necessario dopo sei mesi, alla fine del 2022, sulla base degli ultimi pareri scientifici del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e il Comitato per la sicurezza sanitaria . A quel punto, la Commissione dovrà anche pubblicare una panoramica che descrive tutti gli sviluppi del green pass a livello nazionale e internazionale.

Prossimi passi
L’accordo informale dovrà ora essere formalmente adottato sia dal Parlamento che dal Consiglio, affinché entri in vigore entro il 30 giugno, quando scadranno le norme vigenti. La votazione in plenaria è prevista per la sessione del 22-23 giugno a Bruxelles. Entro il 31 dicembre 2022 la Commissione europea pubblicherà una relazione sul certificato Covid digitale dell’Ue, che può essere accompagnata da una proposta per abbreviare il periodo di applicazione del regolamento, tenendo conto dell’evoluzione della situazione epidemiologica.

La Commissione accoglie con favore l’accordo politico sulla proroga di un anno
“Dall’inizio della pandemia di Covid-19, abbiamo visto la situazione evolversi costantemente, così come i nostri strumenti. Con oltre 1,8 miliardi di certificati emessi, due cose sono chiare: la situazione epidemiologica può cambiare rapidamente e il certificato digitale Covid dell’Ue è stato uno strumento chiave per aiutarci a superare le maree che cambiano.

 

Ci impegniamo per il ritorno alla libera circolazione illimitata e accogliamo con favore la decisione presa da alcuni Stati membri di revocare tutte le restrizioni di viaggio, inclusa la presentazione di un certificato Covid. L’accordo ci aiuterà a continuare a facilitare i viaggi liberi e sicuri, qualora un aumento dei contagi rendesse necessario per gli Stati membri reintrodurre temporaneamente le restrizioni”.

Comments are closed.