Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Torna il fondo per salvare le Pmi negli appalti in crisi

E’ articolato il pacchetto di emendamenti al decreto Crescita. Trovano posto il ‘salva Comuni’ per aiutare Roma Capitale e i comuni capoluogo delle Città metropolitane; il ‘salva opere pubbliche’ per sostenere le imprese edili in crisi; il ‘salva fornitori di Mercatone Uno’ e, infine, il ‘salva Europei 2020’ con la nomina di un commissario straordinario per gli appalti a Roma, su cui pende però il giudizio di inammissibilità. Bocciato il superammortamento fiscale a beneficio degli investimenti in macchinari.

Ma non basta perché per coprire il ‘salva Comuni’ si utilizzano i 510 milioni di fondi destinati al Fondo ricerca per Industria 4.0. Rinviato il via libera alla deducibilità integrale dell’Imu sui capannoni. Hanno ottenuto il via libera, invece, il pacchetto di semplificazioni fiscali già licenziate dalla Camera e riproposte nel decreto per una loro immediata entrata in vigore. Attende ancora il voto la moratoria di un mese sulle sanzioni per il nuovo obbligo, in vigore dal 1°luglio, di invio telematico di scontrini e ricevute.