Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Tac, col Cup si fa dopo 2 mesi: a pagamento bastano 3 giorni

 

Un paradosso nello stesso ospedale. I dati sulle prenotazioni intramoenia nel mese di aprile

di Massimiliano Scagliarini

 

L’attesa media per una Tac al torace è pari a 57 giorni, ma prenotando a pagamento lo stesso ospedale è in grado di effettuarla a 3 giorni. Lo dicono i dati di confronto tra prestazioni istituzionali e intra-moenia relativi alla settimana 9-13 aprile 2018: rispetto a sei mesi fa la situazione è sostanzialmente identica. Poco meno del 5% dei cittadini sceglie di rivolgersi al medico in «Alpi» (la libera professione intramuraria), e lo fa soprattutto per consultare lo specialista oncologo, gastroenterologo o ginecologo, per l’ecografia ginecologica o per altri esami strumentali che vengono raramente offerti dalle strutture private.

 

 

Le prestazioni in intra-moenia restano dunque una piccolissima parte di quelle prenotate (3.197 contro oltre 63mila nella settimana considerata), e naturalmente vengono erogate in maniera molto più rapida. Tuttavia, argomenta il consigliere Pd Fabiano Amati, «così come già evidenziato nel 2017, anche nel 2018 il confronto tra i tempi d’attesa nell’attività a pagamento e quelli per le prestazioni in regime istituzionale continua a non avere nulla di ragionevole». Amati, che insieme ai colleghi Cera, Colonna e Mennea ha presentato un disegno di legge per la riduzione delle liste di attesa, insiste nel considerare indispensabile la sospensione dell’intra-moenia quando il disallineamento dei tempi supera i cinque giorni. «La situazione – secondo Amati – continua a essere critica e necessità di un rimedio, legislativo o amministrativo, in tempi brevissimi e senza ulteriori attese».

Sempre in base agli stessi dati, emerge che le maggiori differenze si registrano sulle mammografie: l’attesa media attraverso il Cup è pari a 274 giorni (per primo accesso o controllo, a prescindere dal codice di priorità), mentre è di soli 13 giorni per la prestazione erogata a pagamento. Stesso discorso per l’ecografia al seno, con una media di 284 giorni di attesa contro i 15 necessari ad effettuare lo stesso esame a pagamento. Ma ci sono anche prestazioni (la Tac all’addome inferiore) che richiedono 7 mesi di attesa, e che possono essere ottenuti a pagamento il giorno successivo. [m.s.]