Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Silvio Brusaferro è il nuovo commissario dell’Istituto superiore di sanità

(Adnkronos) – Silvio Brusaferro, professore di Igiene e medicina preventiva e direttore del Dipartimento area medica dell’Università di Udine, è – a quanto apprende l’Adnkronos Salute – il nuovo commissario dell’Istituto superiore di sanità, dopo le dimissioni del presidente Walter Ricciardi operative dal primo gennaio di quest’anno. “Ringrazio il ministro della Salute per aver pensato a me per questo difficile incarico. Sono chiamato a traghettare questo Istituto verso una nuova governance che sarà definita nei prossimi mesi e con questo spirito di servizio intendo caratterizzare la mia azione di commissario”, dice Brusaferro, commentando – in una nota del ministero della Salute – la sua nomina.

 

“Raccolgo le redini di un Istituto che sotto la guida del presidente professor Ricciardi, che ringrazio per quanto fatto, ha visto un rinnovato protagonismo su scala nazionale e internazionale”, aggiunge. “L’Iss è un’istituzione e una risorsa fondamentale, una bussola per la ricerca a livello internazionale, per il nostro Paese e per il Servizio sanitario nazionale. Considero mio dovere – afferma – mettere a disposizione la mia esperienza e i miei rapporti nazionali e internazionali per dare continuità alle progettualità avviate e proseguire nell’opera di valorizzazione e rafforzamento di tutte le sue componenti, assicurando quella necessaria indipendenza che la scienza impone”, conclude.

 

 

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, sottolinea: “Sono molto felice che il professor Brusaferro abbia accettato l’incarico. Ho grande stima professionale e umana del neocommissario che ringrazio e al quale auguro di fare un ottimo lavoro di ‘traghettatore’ verso la nomina del presidente che avverrà nei prossimi mesi. Entro un paio di settimane avvieremo la procedura per la scelta di altissimo profilo per ricoprire l’incarico di presidente, che avverrà nel segno della competenza e dell’indipendenza, come già avvenuto nei mesi scorsi per l’incarico di Dg dell’Agenzia del farmaco (Aifa)”.

L’Iss “ha bisogno di entrare in una nuova fase storica in cui sia pienamente valorizzato il suo ruolo guida nelle politiche scientifico-sanitarie del Paese, in piena autonomia e indipendenza e con l’autorevolezza indispensabile per rappresentare l’Italia nel mondo”, evidenzia Grillo. Il commissario assicurerà appunto l’operatività dell’Istituto in vista della nomina del presidente, che sarà effettuata sulla base dei curriculum che arriveranno nelle prossime settimane, come previsto dal regolamento dell’Iss.

CHI E’ – La difesa delle vaccinazioni, l’impegno contro le infezioni ospedaliere, la gestione del rischio clinico, la qualità e la valutazione dei risultati sanitari. Sono alcuni pilastri del lavoro di Brusaferro. Nato a Udine l’8 aprile 1960, è professore di Igiene all’università di Udine, dove è direttore del Dipartimento di scienze mediche e biologiche.

Brusaferro è stato anche componente del Consiglio superiore di sanità dal 2010 al 2013. Attualmente, oltre a molti incarichi regionali – in Friuli Venezia Giulia, fa parte degli ‘otto saggi’ consulenti per l’organizzazione sanitaria – fa parte del comitato nazionale per le buone pratiche in sanità dell’Agenas e del comitato nazionale per il programma sulla resistenza microbica del ministero della Salute.

Il nuovo commissario dell’Iss ha pubblicato oltre 120 articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali e 21 capitoli di libri scientifici, oltre a diverse pubblicazioni divulgative. Un impegno non solo teorico, ma anche pratico il suo, in particolare contro le infezioni ospedaliere. All’ospedale di Udine, Santa Maria della Misericordia, Brusaferro ha infatti ottenuto risultati molto concreti e la struttura rappresenta un’eccellenza in questo campo.