Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Sanità. Mazzotta: “pronto soccorso presi d’assalto, tra medicina territoriale assente e carenza di personale”

241

Nota del capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Paride Mazzotta.

 

“Se i nostri pronto soccorso sono presi d’assalto ed il 50 % dei pazienti visitati sono codici bianchi o verdi (non urgenti), significa che i cittadini non sanno a chi rivolgersi perché vi è una vera e propria rarefazione dei servizi territoriali. Gli ultimi dati dell’Agenas confermano quanto sosteniamo: da inizio giugno, ci sono mediamente 2.700 accessi giornalieri. La verità è sotto gli occhi di tutti: i pugliesi, se non hanno possibilità di essere visitati dal medico di base (o se hanno bisogno di prestazioni diagnostiche) si recano al pronto soccorso perché non vi sono altre strutture pubbliche in grado di accoglierli.

 

La povertà diffusa non fa che aggravare la situazione: chi ha bisogno di una radiografia, per esempio, tende a recarsi al pronto soccorso perché non può permettersi di farla privatamente. Chi si taglia non gravemente non sa dove andare, se non al pronto soccorso.

 

Questo aumento non fa che far salire alle stelle la pressione sul personale, già numericamente carente: medici, infermieri e operatori tutti sottoposti a ritmi di lavoro massacranti e ad uno stress fortissimo.

 

Nelle scorse settimane abbiamo già sollecitato l’assessore Palese a riferire in Commissione sul caos dei pronto soccorso così come sull’organizzazione delle strutture di comunità annunciate, che dovrebbero sopperire alle voragini della medicina del territorio. Siamo ancora in attesa di riscontro, ma la questione rischia di esplodere e ci auguriamo che la Giunta regionale si attivi, coinvolgendo il Consiglio regionale in un percorso complesso che ha come prima tappa le assunzioni di personale sanitario. Diversamente, anche le strutture di comunità non riusciranno ad offrire le risposte attese dai cittadini”.

Comments are closed.