Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Risparmiatori truffati, indennizzi senza tassazione

 

Il Mef, con un decreto, disciplina le modalità di accesso alle prestazioni del Fondo indennizzo risparmiatori, istituito con la legge di Bilancio per il 2019. Il fondo serve per indennizzare i titolari di strumenti finanziari emessi dalle banche e loro controllate italiane poste in liquidazione coatta amministrativa nel periodo dal 17 novembre 2015 al 31 dicembre 2017.

 

Si tratta delle banche assoggettate alla procedura di soluzione della crisi di cui al dl 183/2015 e di quelle per le quali è previsto l’intervento del Fondo di solidarietà, istituito dal comma 855, articolo 1, della legge 208/2015. L’importo erogato dal fondo indennizzo risparmiatori non è in alcun modo tassabile. L’indennizzo va inquadrato come un ‘risarcimento di un danno emergente’. Beneficiari sono persone fisiche, imprenditori, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, microimprese. Priorità a chi ha meno di 35mila euro di reddito o capitali inferiori a 100mila euro.