Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Puglia, in Commissione Sanità, le Modalità di determinazione del fabbisogno nelle attività sanitarie

68

I lavori della terza commissione – Modalità di determinazione del fabbisogno nelle attività sanitarie

 

Sì a maggioranza della terza commissione del Consiglio regionale (sanità e servizi sociali) al disegno di legge che modifica la legge regionale 52/2019, sulle modalità di determinazione del fabbisogno nelle attività sanitarie. L’articolo unico, approvato nella seduta convocata e presieduta dal presidente Mauro Vizzino, prede l’abrogazione dell’art. 49, comma 2, per riportare le decisi9ni sul fabbisogno delle risonanze magnetiche grandi macchine alla programmazione prevista dalla nuova normativa nazionale e regionale. Il fabbisogno stesso verrà determinato dalla Giunta regionale.

La commissione sanità ha dato parere favorevole all’unanimità alla deliberazione della Giunta regionale che adotta lo schema di regolamento regionale di modifica e integrazione del precedente (n. 15 del 202), in materia di definizione dei requisiti strutturali, organizzativi e tecnologici delle strutture specialistiche che erogano prestazioni chirurgiche e procedure diagnostico-terapeutiche.

Parere favorevole anche allo schema di regolamento regionale sui requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici per l’accreditamento dei Centri sorveglianza della terapia anticoagulante (CSA) e dei Centri antitrombosi (CAT).

La commissione ha condiviso la proposta del capogruppo FdI Ignazio Zullo, di approfondire con il Dipartimento sanità l’intera materia, tanto dei fabbisogni sanitari che dei piani di zona, regolata da normative datate, risalenti ai primi anni Duemila, mentre la realtà sociosanitari è profondamente cambiata. (fl)

 

Comments are closed.