Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Puglia, in Commissione bilancio, audizione del direttore del Dipartimento personale ed organizzazione Ciro Imperio e del dirigente della Sezione Protezione civile Nicola Lopane

131

I lavori della I Commissione  

La Commissione bilancio e programmazione, presieduta da Fabiano Amati, ha approvato a maggioranza, con cinque voti contrari e tre astenuti, il disegno di legge che un maxiemendamento ha assorbito altri quattro provvedimenti legislativi contenenti il riconoscimento dei debiti fuori bilancio per un totale di 33.897,39 euro.

I lavori sono proseguiti con il seguito dell’audizione del direttore del Dipartimento personale ed organizzazione Ciro Imperio e del dirigente della Sezione Protezione civile Nicola Lopane, per chiarimenti sulle spese sostenute per fronteggiare la pandemia da Covid.

I dirigenti regionali hanno dotato la Commissione di una relazione scritta riepilogativa contenente i dati delle specifiche attività sanitarie svolte dalla Struttura di Supporto, nominata con decreto dal presidente della Regione. È specificato che la copertura finanziaria delle spese è stata garantita a valere sul bilancio regionale attraverso Deliberazioni che disponevano lo stanziamento di risorse finanziarie recuperate dai capitoli di spesa con finanziamento proveniente in parete dal Fondo sanitario regionale ed in parte da altre fonti.
Le spese complessivamente stanziate e messe a disposizione della Struttura di supporto sono state pari a 129 milioni 780 mila euro nel 2020, cui hanno corrisposto impegni di importo complessivo per 128 milioni 275 mila euro. Quelle stanziate e rese disponibili nel 2021 sono state pari a 76 milioni 856 mila euro, di cui impegnati 73 milioni 443 mila euro. Di queste, sono state fornite alla commissione le tabelle riepilogative con i dati relativi agli stanziamenti assestati per capitoli di spesa per l’esercizio 2020 e 2021 a cui corrispondono i relativi impegni.
Nella seduta precedente, i Commissari hanno avanzato ai dirigenti auditi delle specifiche richieste alle quali sono state rappresentate delle risposte. In particolare, è stato chiarito che alla voce “Altro” corrispondono le spese rendicontate e pagate nel 2020 per la somma complessiva di 5 milioni 351 mila euro relativa ai voli cargo del ponte aereo con la Cina per il trasporto di DPI e apparecchiature sanitarie dell’emergenza, alle spese di logistica su sedime aeroportuale e alla spesa di deposito presso aeroporto di Bari, alle spese per il servizio di logistica urgente, svolto nella prima fase dell’emergenza, di distribuzione DPI a domicilio presso gli ambulatori dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.
Con riferimento alle forniture provenienti dalla Cina, nel 2020 sono stati acquistati beni sanitari di consumo tra cui mascherine, DPI facciali filtranti monouso, materia prima per la produzione DPI e di macchinari e apparecchiature sanitarie per 17 milioni 254 mila euro, liquidati attraverso strumenti di pagamento applicati in ambito internazionale.
Relativamente alle spese classificate con la voce “Assistenza medica” diverse da quelle delle ASL, la Struttura di supporto ha provveduto all’acquisto ed al noleggio di macchinari e delle apparecchiature per la diagnostica del Covid con la fornitura dei relativi consumabili, per soddisfare le esigenze regionali urgenti delle strutture sanitarie, dei Pronto soccorso e della rete dei laboratori pubblici per la diagnostica per 33 milioni 541 mila euro.
Il direttore Imperio ha evidenziato che del quadro complessivo dei finanziamenti di spesa e delle fonti di finanziamento e di spesa, il depositario è il Dipartimento salute.
Su richiesta del presidente Amati, le strutture regionali competenti dovranno rendere copia delle richieste di preventivo, della visione dei preventivi e date di affidamento, la cui comparazione dei preventivi è un argomento essenziale nella materia dell’affidamento diretto, soprattutto per capire che non siano state commesse irregolarità e verificare eventuali elusioni attraverso la tecnica dello spezzamento.
A tal proposito il direttore del Dipartimento organizzazione, ha rilevato che la verifica della regolarità delle forniture e la responsabilità è in capo al RUP e al dirigente che emette la liquidazione, che sono i corresponsabili degli atti. Mentre, il dirigente della Protezione civile ha precisato di non essere ancora venuto a conoscenza degli affidamenti fatti dal dirigente che lo ha preceduto. È stato inoltre specificato che non sarà semplice conoscere i preventivi di comparazione, considerata la mole di lavoro di cui dovrà farsi carico uno staff che dovrà prendere visione di tutti i fascicoli in cui sono compresi gli affidamenti.

Alla luce dell’esigenza fatta emergere dai consiglieri commissari, di ottenere ulteriori approfondimenti relativi alla tabella aggregati e avere maggiore contezza delle spese sostenute, il presidente Amati ha annunciato che la Commissione sarà riconvocata per lunedì prossimo in congiunta con la Commissione sanità, in cui sarà ascoltato il direttore del Dipartimento salute.
Sarà audito anche il dirigente della Sezione economato per avere un report analitico dell’ultimo quinquennio delle spese sostenute.
In una successiva audizione invece, saranno convocati i collaudatori dell’ospedale Covid della Fiera del Levante.

 

 

 

Comments are closed.