Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Puglia, chiusura punti primo intervento, Congedo: “Sanità pugliese allo sbaraglio e a farne le spese è il benessere dei cittadini”

Erio Congedo - Presidente Commissione Affari Istituzionali - Regione Puglia

 

 

Nota di Erio Congedo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia.

“Una situazione di confusione e incertezza che non risparmia pressoché nessuna delle politiche regionali (Agricoltura, Lavoro, Ambiente, Politiche Sociali, Turismo, Attività produttive) e che rappresenta la cifra di un Governo regionale che sottogoverna la Regione in regime di costante assenza non tanto fisica, ma dai problemi e dalle questioni che attanagliano la Puglia.

La chiusura di 39 punti di primo intervento su tutto il territorio regionale non poteva dunque non suscitare preoccupazioni e scatenare critiche e proteste da parte di sindaci, amministratori e cittadini che sarebbe sbagliato derubricare come semplici rivendicazioni campanilistiche.

Perché se è vero che si tratta di direttive imposte dal Governo centrale come atto funzionale dal Piano di Riordino, c’è da dire anche che la chiusura dei punti di primo intervento interviene su un sistema sanitario già fortemente provato da programmazioni sanitarie incomprese e incomprensibili che hanno portato alla chiusura di ospedali e reparti, tagli di posti letto, assenza di sanità territoriale, disservizi diffusi, condizioni di lavoro insostenibili per gli operatori.

Condizione aggravata dalla situazione di precarietà gestionale provocata dal forsennato turnover, nei posti di comando, delle politiche sanitarie: ASL, Dipartimento della Salute, Agenzia regionale sanitaria.
Una situazione sulla quale da tempo provo ad accendere i riflettori, nell’assenza totale di interventi migliorativi, e che inevitabilmente tende a consumarsi in episodi lesivi solo ed esclusivamente al benessere dei pugliesi”.