Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Payback dispositivi medici. Romito – Conserva: “convochiamo le parti sociali o sarà cortocircuito”

Conserva Giacomo Consigliere Regione Puglia
79
Conserva Giacomo
Consigliere Regione Puglia
Fabio Romito
Consigliere Regione Puglia

 

“Con l’approvazione del testo di legge relativo ai payback sui dispositivi medici è necessario che la Regione apra immediatamente un confronto con le parti sociali, le imprese e i soggetti coinvolti per evitare che l’applicazione della norma si trasformi (come sta accadendo in Toscana) in un cortocircuito interminabile a causa dei ricorsi delle aziende, pronte a dare battaglia in un momento economico così difficile”.
È quanto dichiarano Fabio Romito e Giacomo Conserva, consiglieri regionali della Lega, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Dl 115/2022 che rende applicabile da subito e obbligatoriamente la misura del payback sui dispositivi medici per il recupero dello sforamento della spesa. Sulla base di quanto previsto, le Regioni dovranno ripartire retroattivamente le somme tra le aziende fornitrici in una percentuale pari all’incidenza del fatturato sul totale della spesa. Le quote complessive sono pari al 40 per cento dello sforamento per il 2015, al 45 per il 2016 e al 50 per cento sia per il 2017 che per il 2018. E dovranno essere versate dalle imprese entro gennaio 2023.
“Le associazioni di categoria hanno già annunciato battaglia. Molte delle aziende fornitrici sono piccole e medie imprese che, come tutti, vivono un momento economico particolarmente complicato e rischiano la chiusura. Chiederemo, con i colleghi De Blasi e Splendido, alla Giunta e all’assessore Palese in particolare di convocare un tavolo di confronto con le parti sociali per chiarire le posizioni di tutti e individuare una road map che metta in sicurezza posti di lavoro e la sopravvivenza dei soggetti coinvolti”

Comments are closed.