Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

L’Istituto Tumori G Paolo II, Irccs di Bari invita tutti a scoprire come funziona e a cosa serve una biobanca oncologica

“A cosa mi serve una biobanca oncologica?”. A questa domanda risponderanno ricercatori rappresentanti della industria farmaceutica, del settore produttivo biomedicale, pazienti e rappresentanti della società civile nel corso delle due giornate che l’Istituto Tumori G Paolo II, Irccs di Bari, ha promosso per il 26 e 27 settembre. Due giornate aperte alla cittadinanza, alle scuole, ai pazienti e ai cittadini.

Ecco il programma:

Martedì, 26 settembre, Sala Conferenze
Ore 10.00 Introduzione (A.Paradiso, A Zito Ist Tumori Bari)
Ore 10.20 Struttura di una Biobanca per crioconservazione (G.Pelagio, A. Tufaro, Ist Tumori Bari)
Ore 10.40 La Biobanca collegata (S. D’Ascoli, EUSoft)
Ore 11.00 Biobanca e ricerca farmacologica (L.Porcelli, A. Azzariti, Ist. Tumori Bari)
Ore 11.20 Biobanca per la società civile (F.Diomede, FAVO-Puglia)
Ore 11.40 Domande dal pubblico

Mercoledì, 27 settembre, Biobanca Istituzionale
Orario: mattina ore 10.00-13.00, pomeriggio ore 17.00-19.00
Visita guidata alla Biobanca con illustrazione tecnologie
Prefazione su tecnologie del freddo, metodologie di crioconservazione, metodiche di manipolazione ed analisi. L’itinerario che il campione biologico esegue dal paziente, al congelamento attraverso i laboratori di aliquotaggio, i laboratori di caratterizzazione immunofenotipica, fino al congelamento a -20°C, -80°C, -143°C, -179°C.