Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Le misure della manovra

 

Reddito di cittadinanza e pensioni minime, ‘quota 100’ con uscita a 62 anni, sterilizzazione dell’Iva e tassa piatta per le partite Iva. Sono le misure che dovrebbero entrare nella prossima legge di bilancio. Il reddito di cittadinanza è una forma di sostegno al reddito per chi cerca un lavoro. Prevede anche l’adeguamento delle pensioni minime a 780 euro al mese. Dovrebbe partire, gradualmente, già nel 2019. La riforma della Fornero si sostanzia nel pensionamento a ‘quota 100’, dato dalla somma dell’età e degli anni di contributi versati, con un minimo di 62 anni.

L’intento della Lega è di arrivare a quota 100 perfetta (60 e 40) entro tre anni. Per evitare l’aumento dell’Iva nel 2019 servono 13 miliardi di euro. Per le risorse non è escluso un mini riordino delle aliquote su alcuni beni. La flat tax nel 2019 interesserà circa due milioni di partite Iva, quelle con ricavi fino a 65mila euro. Per loro si lavora ad una tassa piatta forfettaria del 15% (Iva inclusa) che sale al 20% per i ricavi tra 65 e 100mila euro. Giù l’Ires per gli utili reinvestiti.