Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

La risoluzione al Def: stop Iva, rispettare gli impegni Ue 2019

 

La risoluzione di maggioranza sul Def che martedì prossimo arriverà al voto di Camera e Senato corre su un equilibrio sottile. E non nasconde i rischi di sovrastima della crescita. La bozza di risoluzione spunta dopo il vertice a Palazzo Chigi tra il premier Conte e il vicepremier Di Maio.

Presenti anche i ministri Tria, Moavero Milanesi e Savona. Dall’incontro non sono usciti commenti ufficiali, ma trapela l’obiettivo di ‘cambiare musica’ nei rapporti con la Ue. Proprio oggi il responsabile dell’Economia si recherà a Parigi, mentre domani sarà a Berlino per preparare la strada al fine di ottenere da Bruxelles margini di flessibilità sul deficit.

I lavori sulla politica economica sono all’inizio, la fase è magmatica e l’equilibrio della risoluzione punta a intrecciare la linea più prudente che si è intestato Tria con le spinte più di ‘rottura’ della maggioranza. Il governo si è impegnato ad assumere tutte le iniziative per il disinnesco delle clausole di salvaguardia che aumenterebbero Iva e accise dal 1°gennaio 2019.