Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari, scuola e ricerca per cura del malato

Riceviamo  dal Dott. Antonio Delvino Direttore Generale dell’Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari e pubblichiamo.

 

 

Scuola e ricerca per cura del malato

Un connubio di grande ricaduta formativa quello realizzatosi tra il Polo liceale “Licei Sylos-Fiore” di Terlizzi e l’Istituto Oncologico “Giovanni Paolo II” di Bari, grazie all’intermediazione dell’Associazione Onlus “Maria Ruggieri”.

Mercoledì 12 giugno, a conclusione del percorso di Alternanza Scuola Lavoro “Beni e servizi a tutela della salute e del benessere sociale” svoltosi presso l’Istituto Oncologico, Ente ospitante e formatore, gli studenti della quarta A del liceo classico e la comunità scolastica  del Polo Liceale accoglieranno nell’Auditorium della scuola gli illustri formatori di un progetto di ASL che, a buon diritto, può definirsi di eccellenza. In questa occasione, il dott. Vito Ruggieri, presidente dell’Associazione Onlus “Maria Ruggieri”, consegnerà allo studente che ha presentato un elaborato più meritevole sul sopracitato percorso di ASL,  una borsa di studio di euro 500,00, alla presenza del Dirigente Scolastico, prof.ssa Anna M. Allegretta,  del Direttore Generale dell’IRCCS, dott. Antonio Delvino, del tutor esterno, dott. Michele Guida, delle tutor interne, proff.sse Ivana Tasco e Lucia Vendola.

Un progetto decisamente innovativo, volto ad incentivare l’interesse della scuola verso la medicina e la ricerca scientifica. L’esperienza si è rivelata proficua per diverse ragioni.  Innanzitutto per il suo carattere di complementarietà in quanto corona una formazione liceale peculiarmente umanistica e conferisce ai giovani studenti di indirizzo classico un’autorevole e significativa apertura verso le discipline scientifiche.  In secondo luogo, per l’impronta caleidoscopica sul mondo del lavoro in ambito medico-sanitario: professionalità multiple si sono alternate nella nutrita articolazione delle attività, interamente svoltesi negli ampi ed accoglienti spazi dell’Istituto Oncologico. Gli studenti hanno dialogato con medici afferenti a diverse specializzazioni, quindi infermieri, biologi, farmacisti, psicologi, tecnici di laboratorio che, con una straordinaria capacità di coinvolgimento sia sul piano comunicativo-relazionale sia sul piano  didattico, hanno inciso efficacemente su giovani menti desiderose di apprendere. Gli esperti formatori, attraverso la valorizzazione delle capacità espressivo-comunicative ed emotive,  hanno trasferito a curiosi ed attenti discenti conoscenze e competenze, spalancando le porte di una realtà mai esplorata prima: l’IRCCS, un’eccellenza nel nostro territorio.

Il progetto si è distinto per la pluralità degli Enti di riferimento in un rapporto sinergico teso ad un unico nobile obiettivo: orientare il futuro dei giovani, guidarli in scelte responsabili e  ponderate, incoraggiare lo studio e la ricerca. Non è mai mancato, infatti, il costante supporto dell’Associazione Onlus “Maria Ruggieri” , promotrice della borsa di studio,  nelle figure del dott. Vito Ruggieri e della dott.ssa Maria Girone, validi compagni di viaggio.

E’ auspicabile che tali collaborazioni, altamente  formative,  possano moltiplicarsi in un dialogo proficuo e costante tra scuola e mondo del lavoro.

Direttore Generale

Antonio Delvino