Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

In arrivo le lettere post-spesometro sugli scostamenti del fatturato

 

L’agenzia delle Entrate ha pubblicato le regole del ravvedimento “spontaneo” (ciè stimolato dalla richiesta del Fisco) con il provvedimento, protocollo 237975/2018, di ieri. Sarà inviata una Pec (o per posta ordinaria in assenza di Pec) in cui si mettono a disposizione dei contribuenti Iva le informazioni derivanti dal confronto tra i dati comunicati dai contribuenti stessi e dai loro clienti soggetti passivi Iva, mediante lo spesometro, cioè la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute.

 

Nella comunicazione si segnala che il contribuente ha omesso, in tutto o in parte, di dichiarare l’effettivo volume d’affari conseguito. Se il contribuente ritiene corretta la comunicazione del Fisco, può avvalersi del ravvedimento.