Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Il sud e l’esodo sanitario

 

 

In Italia ogni anno si muovono quasi 800 mila persone, disposte ad affrontare il costo umano e finanziario dello sradicamento da casa per curare una malattia o sottoporsi a un’operazione. Questo resta uno dei grandi costi sommersi, pagati in silenzio da milioni di italiani in questi anni. L’esodo sanitario è il segno di una radicata sfiducia verso le istituzioni, soprattutto del Sud, e ha numeri ormai impressionanti. Il più recente rapporto del ministero della Salute mostra che nel 2016 oltre mezzo milione di ricoveri per malati acuti in regime ordinario sono avvenuti fuori dalla regione di residenza.

Un quarto dei calabresi e oltre un quinto dei siciliani si sono trasferiti altrove per trovare un letto in un ospedale di cui potessero fidarsi. In Lombardia, di gran lunga dominante nell’industria della salute, più di un ricovero per malati acuti ogni dieci è di un residente di un’altra regione. E nella cura dei tumori l’esodo diventa una migrazione di massa.