Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

E-fattura differita: la data ‘fine mese’ va ammessa

Molti professionisti si chiedono se in caso di fattura differita sia possibile emettere il documento con data ‘fine mese’ e inviarlo successivamente senza incorrere in sanzioni. Sono in molti ad augurarsi una risposta affermativa ma serve una conferma ufficiale.

 

A scoraggiare questa interpretazione è però una lettura restrittiva della circolare 14/E/2019 delle Entrate e le Faq pubblicate sul sito di Assosoftware.

 

Il documento di prassi amministrativa sottolinea che è possibile indicare una sola data per l’operazione e per le fatture elettroniche via SdI è quella dell’ultima operazione.

 

La possibilità di indicare la data dell’ultimo ddt dovrebbe lasciar spazio a soluzioni differenti, come l’utilizzo della data di un altro Ddt o della data di ‘fine mese’.