Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Due nuove gare Consip ampliano l’offerta per Tomografi computerizzati di ultima generazione e Suture chirurgiche tradizionali

Le iniziative, sviluppate in collaborazione con le società scientifiche di settore, garantiscono la continuità nell’offerta Consip di apparecchiature elettromedicali e dispositivi medici.

 

Consip ha pubblicato due nuove gare per Accordi quadro destinati alle strutture sanitarie pubbliche, aventi ad oggetto rispettivamente: 200 Tomografi computerizzati (TC); Suture chirurgiche tradizionali, per un valore complessivo di 104 milioni di euro.

 

“L’Accordo Quadro per la fornitura di tomografi computerizzati – spiega Consip – è suddiviso in 3 lotti in base alla tipologia di apparecchiatura e alla formula di acquisizione: Lotto 1 – n. 130 Tomografi Computerizzati (TC) General Purpose/Cardio (Acquisto); Lotto 2 – n. 30 Tomografi Computerizzati (TC) per applicazioni avanzate (Acquisto); Lotto 3 – n. 40 Tomografi Computerizzati (TC) General Purpose/Cardio (Pay per use).

 

Alla luce del successo delle precedenti edizioni è stato notevolmente incrementato il numero di apparecchiature oggetto di gara ed è stato previsto, per la prima volta, un lotto di tomografi computerizzati “per applicazioni avanzate” che consentirà alle Amministrazioni di dotarsi di apparecchiature con le più elevate tecnologie.

 

Inoltre, nella stessa iniziativa – aggiunge Consip – vengono offerte due differenti modalità di approvvigionamento, per consentire alle amministrazioni la scelta di quella più adatta alle proprie esigenze: Acquisto e Pay per use.

 

Quest’ultima formula consente alle strutture sanitarie, attraverso il pagamento di un canone periodico in funzione del numero di esami eseguiti, di avere un prodotto sempre allo “stato dell’arte”, senza ulteriori costi di manutenzione e di aggiornamento tecnologico.

 

È previsto, inoltre, un sistema di incentivi che consentirà alle amministrazioni, che richiedono il ritiro dell’apparecchiatura obsoleta, di beneficiare di uno sconto proporzionale alla vetustà della stessa.

 

L’Accordo Quadro avrà una durata di 12 mesi dalla data di attivazione, periodo nel quale le strutture sanitarie potranno affidare, sulla base delle proprie esigenze, uno o più appalti specifici, da cui deriveranno contratti della durata di 12 mesi per i lotti in acquisto e di 84 mesi per il lotto in pay per use.

 

Lo strumento dell’Accordo quadro con più aggiudicatari, basato su un criterio di priorità della graduatoria di merito, garantisce la più ampia scelta per le Amministrazioni.

 

Analogamente alle precedenti edizioni dell’iniziativa sono stati sviluppati due protocolli per la valutazione qualitativa delle apparecchiature, sia in collaborazione con la Società Italiana di Radiologia Medica (SIRM), al fine di valutare la qualità delle immagini ottenute su pazienti reali, che con l’Associazione Italiana Fisica Medica (AIFM), per valutare le prestazioni delle apparecchiature attraverso prove funzionali su oggetti “test”.

 

Entrambe le valutazioni consentiranno di valorizzare la qualità delle apparecchiature offerte, per soddisfare le esigenze delle amministrazioni e dei clinici che le utilizzano.

 

L’Accordo quadro per la fornitura di Suture chirurgiche – precisa Consip –  ha l’obiettivo di garantire la continuità di approvvigionamento alla PA, anche alla luce del successo della prima edizione, nella quale oltre 100 strutture sanitarie appartenenti a 16 Regioni hanno aderito all’iniziativa.

 

La gara è suddivisa in 16 lotti merceologici – in funzione del materiale dei diversi fili da sutura e della presenza o meno dell’ago – e comprende la fornitura delle suture chirurgiche più utilizzate nella chirurgia generale.

Novità della seconda edizione è l’inserimento di un lotto dedicato alle “suture chirurgiche autobloccanti”, che amplia l’offerta per le strutture sanitarie.

 

Con l’introduzione delle innovative suture autobloccanti, che hanno un ruolo cruciale per il miglioramento dell’outcome clinico del paziente, Consip consolida l’adozione dell’approccio “Value Based Procurement – VBP”.

 

Tale modello, infatti, consentirà di misurare il “valore totale di acquisto” di tali suture, valutando non solo il costo ma anche le ricadute cliniche, sociali ed economiche indotte dal loro utilizzo nei percorsi di cura.

L’Accordo Quadro avrà una durata di 12 mesi dalla data di attivazione, periodo nel quale le strutture sanitarie potranno affidare, sulla base delle proprie esigenze, uno o più appalti specifici, da cui deriveranno contratti della durata di 24 mesi.

 

Lo strumento dell’Accordo quadro con più aggiudicatari, basato sul criterio di scelta clinica, ha lo scopo di garantire la più ampia scelta per le amministrazioni, che avranno quindi la possibilità di acquistare dai fornitori selezionati le suture chirurgiche più affini alle esigenze dei pazienti trattati.

 

Anche per questa edizione Consip si è avvalsa del qualificato supporto della Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI) e della Società Italiana di Chirurgia (SIC) per la definizione delle “Linee guida per l’esecuzione delle prove di valutazione” da parte della Commissione giudicatrice e per l’identificazione degli aspetti più innovativi e rilevanti dal punto di vista clinico”.