Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Crisi Governo. Conte domani da Mattarella per le dimissioni

Sergio Matterella - Presidente Repubblica
61

 

immagine25 gennaio – (QS) – Finisce domani anche il Conte 2. Con le dimissioni del premier si apre ora una fase nuova con scenari molteplici: dal Conte ter (con o senza Renzi) alle elezioni anticipate. Oppure un altro Governo, magari ampliato ad altre forze politiche, ma senza l’attuale premier.
È convocato per domani mattina alle ore 9 il Consiglio dei Ministri nel corso del quale il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, comunicherà ai ministri la volontà di recarsi al Quirinale per rassegnare le sue dimissioni. A seguire, il Presidente Conte si recherà dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

In serata arriva la conferma dopo i tam tam rimbalzati per tutta la giornata odierna. La decisione del premier dopo la constatazione della mancanza dei voti necessari per evitare il voto contrario alla relazione sulla giustizia del ministro Bonafede prevista a metà settimana, che avrebbe costretto Conte a dimettersi ma dopo una secca bocciatura in Parlamento che avrebbe pregiudicato le possibilità di un reincarico, cui invece sembra puntare ora il presidente del Consiglio.

Dopo le dimissioni la crisi di Governo apertasi con le dimissioni delle ministre di Italia Viva diventa ufficiale a tutti gli effetti e gli scenari che si delineano sono molteplici: da un Conte ter (con o senza Renzi) alle elezioni anticipate. Ma qualcuno pensa, o spera, anche a una terza possibilità: quella di un governo senza Conte, nel quale potrebbero confluire anche altre forze politiche.

Comments are closed.