Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Così il rischio Iva sulla spesa delle famiglie

 

Nel 2019 l’aumento automatico dell’Iva potrebbe costare, in media, alle famiglie italiane 317 euro in più. Con un carico più pesante sui single e sulle coppie senza figli e – a livello territoriale – sui residenti nelle regioni del Nord e del Centro. E’ anche sulla base di questi dati che le forze politiche sono concordi, tutte, nel voler neutralizzare la clausola di salvaguardia prevista dall’ultima legge di Bilancio.

La simulazione parte dalle rilevazioni dell’Istat sulla spesa delle famiglie e considera l’impatto del doppio incremento programmato che dal 1°gennaio vede crescere dal 10 all’11,5% l’aliquota intermedia e dal 22 al 24,2% quella ordinaria. A salvarsi sarebbero solo le aliquote più basse, quella al 5% e quella al 4%. Su base regionale, il rincaro sarebbe più pesante dove ci sono redditi e consumi più alti: dai 411 euro all’anno in Lombardia ai 221 della Calabria.

Le zone più colpite dai rincari sono Lombardia, Emilia Romagna, Trentino, Veneto e Toscana.