Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Così il Nord toglie a Roma il ruolo guida sulla Sanità

 

 

Perdita di potere in materia di autorizzazioni e contratti dei medici, depotenziamento dell’Agenzia italiana del farmaco. Sono alcuni degli “effetti collaterali” dei progetti di regionalismo differenziato, le richieste di autonomia che Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna stanno trattando con il governo. “Già oggi”, spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, “ci sono 21 sistemi sanitari differenti che generano diseguaglianze sia nell’offerta di servizi e prestazioni sanitarie, sia soprattutto negli esiti di salute”. Il regionalismo differenziato “finirà per legittimare normativamente il divario tra Nord e Sud”.