Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Concluso con successo l’evento: La famiglia, specchio della società e riflesso dei tempi. Promosso dal CIF di Bari in collaborazione con il Coordinamento Donne A.F.O.R.P.

 

Si è concluso a Bari, presso la facoltà di Giurisprudenza,  l’evento promosso dal CIF comunale di Bari in collaborazione con il Coordinamento Donne dell’A.F.O.R.P. sul tema: La famiglia, specchio della società e riflesso dei tempi.

 

Sono intervenuti: Mons. Franco Lanzolla (la famiglia fondata sul foedus coniugale è cantiere della civiltà dell’uomo), Avv. Micaela Labriola (si è sempre genitori: la tutela dei figli), Dott.ssa Anna De Vanna (la famiglia al di la del disagio). I lavori sono stati introdotti dalla dott.ssa Benedetta Sasanelli (Presidente CIF Comunale di bari) e moderati da Marileda Maggi (Presentatrice Vuemme TV).

“Oggi il concetto di famiglia è ben diverso da quello inteso dai nostri nonni, bisnonni e generazioni passate – ha spiegato la dottoressa Sasanelli –  un tempo era un nucleo composto da padre, madre e figli che insieme, giorno dopo giorno, si impegnavano a vivere rispettando valori e affetti trasmessi di generazione in generazione. Ma partiamo da una semplice domanda sulla quale invito tutti a riflettere. Cos’è la famiglia? La domanda è banale –ha aggiunto la dottoressa Sasanelli – ma la risposta è tutt’altro che semplice. Di norma, è un gruppo di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità o adozione, che vivono sotto lo stesso tetto e condividono ciò che serve al loro sostentamento. Ma la famiglia è in primo luogo una comunità di affetti: un microcosmo, fondato sulla comune responsabilità di dare, ricevere e donare che garantisce ai suoi membri protezione e solidarietà e nella quale i figli hanno modo di costruire ed esprimere la loro identità e la loro personalità. Nel tempo il concetto di famiglia è cambiato, si è evoluto fino ad arrivare ai nostri giorni con tutte le novità legate all’identità di padre e di madre che sconvolgono ma al tempo stesso la società ci impone di conoscere e accettare”. 

In rappresentanza del Coordinamento Donne è intervenuta la Dott.ssa Benedetta Spagnoletta.