Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Caos liste d’attesa in metà delle Regioni

 

Le Regioni e le aziende sanitarie sono ancora lontane dagli standard di trasparenza dei siti web su liste e tempi d’attesa, standard già previsti dal Piano nazionale liste d’attesa 2010-2012 e confermati dall’ultimo Piano approvato a febbraio, ma finora rimasti per lo più sulla carta. In un decennio solo nove amministrazioni su ventuno hanno attivato portali interattivi e nessuna di queste fornisce tutte le informazioni richieste dalla legge relativamente ai dati sulle performance regionali, ai tempi di attesa per ciascuna visita o esame, all’indicazione della prima disponibilità per le 43 prestazioni considerate.

 

Un quadro della situazione è fornito dalla Fondazione Gimbe, in un monitoraggio indipendente sulla rendicontazione pubblica di tempi e liste.