Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Autonomia, sì delle Regioni Perequazione da 3 miliardi

I governatori approvano la legge quadro sulle Autonomie regionali differenziate. Il testo del provvedimento verrà ora esaminato dal Consiglio dei Ministri e, nelle ambizioni del ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, dovrebbe entrare in manovra sotto forma di emendamento.
I compiti chiave della legge quadro sono due: fissare il percorso per disegnare i Lep, cioè i livelli essenziali delle prestazioni che dovrebbero assicurare il minimo sindacale di servizi pubblici su tutto il territorio, e i fabbisogni standard, cioè il costo di queste prestazioni, di cui andrà garantito il finanziamento.
“In questo quadro – spiega l’articolo – le competenze trasferite alle regioni saranno accompagnate dal finanziamento in base ai fabbisogni standard. L’incrocio fra questi parametri e i Lep dovrebbe sgombrare il campo dalle polemiche incendiarie su chi ci guadagna e chi ci perde che hanno complicato fin qui il percorso dell’autonomia”.