Associazione Fornitori Ospedalieri Regione Puglia

Autonomia, dichiarazione di Emiliano al termine della Conferenza Stato-Regioni

 

“La bozza ha un elemento fondamentale, cioè senza livelli essenziali di prestazioni non si fa l’autonomia differenziata. Quindi per il Mezzogiorno questa è una garanzia importantissima, perché il Mezzogiorno nella spesa ordinaria (e quindi nella spesa storica) è molto pregiudicato nel nostro Paese. Quindi passare dalla spesa storica, che sono i soldi che abbiamo sempre avuto, ai livelli essenziali delle prestazioni ovvero i soldi dei quali c’è realmente bisogno per avere le stesse prestazioni in tutti Italia, è un passaggio che consente di mettere insieme le esigenze del Nord di avere più competenze e più autonomia, con le esigenze del Sud di avere più risorse per recuperare il delta, la differenza che esiste con il Nord. Questo è il patto che oggi abbiamo siglato di fatto davanti al ministro Boccia.

Questa intesa nella quale l’autonomia differenziata non è  un sistema per far correre di più le regioni che sono già forti, ma per ricucire e superare la questione meridionale. Questa è la sfida che oggi parte grazie al ministro Boccia che è stato capace, in una vicenda abbastanza pregiudicata per come era stata impostata, di assicurare maggiore autonomia per tutte le regioni, ma con risorse perequate per tutti secondo il bisogno. E anzi dovranno essere addirittura maggiori nelle regioni del Mezzogiorno perché è previsto anche un fondo di perequazione che serve al recupero delle zone più svantaggiate”.  Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano da Roma al termine della conferenza Stato-Regioni convocata dal ministro Francesco Boccia.

Link video Emiliano: https://youtu.be/_PSWyjwpYac